, ,

Il Fiano, storia e caratteristiche di un vitigno.

Abbiamo pensato di offrire a tutti coloro che ci seguono una imperdibile Masterclass, su uno dei vitigni autoctoni a bacca bianca più diffusi su tutto il territorio della regione Campania, il Fiano.

A volte ingiustamente bistrattato, soprattutto perchè si pensa ad un vitigno che da vini semplici e non longevi; si tende, purtroppo, a chiedere sempre bottiglie dell’ultima annata. Vedremo come non ci sia convinzione più sbagliata di questa. Incontreremo uno degli enologi più apprezzati e stimati del panorama nazionale, Vincenzo Mercurio, che ci indicherà e ci farà scoprire le caratteristiche tecniche e l’interazione di questa varietà nei vari territori in cui è coltivata. Altro ospite sarà Simone Feoli, docente di enografia per la Regione Campania di ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino), che ci racconterà di questa interessante varietà.

Ad accompagnarci in questo fantastico viaggio, tre aziende campane, dislocate in vari territori della regione; conosceremo la loro filosofia produttiva e l’adattamento del vitigno nei vari areali, attraverso i racconti dei produttori prima e dei vini poi.

Saranno con noi:

Claudio De Luca di Case d’Alto, una realtà che si trova in uno degli areali produttivi più vocati e fortunati, l’Irpinia, con lui degusteremo il suo Fiano di Avellino DOCG 2016;

Paolo Cotroneo di Fattoria la Rivolta, azienda che affonda le proprie radici nel Sannio, esattamente nel comune di Torrecuso, nel cuore della DOC Taburno, degusteremo con lui il suo Fiano DOP Sannio Taburno 2018;

Paola De Conciliis di Viticoltori De Conciliis, azienda figlia di una terra di cui si parla sempre poco, sia da un punto di vista vinicolo che turistico e paesaggistico, il Cilento; degusteremo con lei il suo Donnaluna Fiano 2018.

Vi aspettiamo per il nostro primo approfondimento di questo genere.